Ma ovviamente è molto importante per noi contribuire a entrambi: una società sicura e un buon senso di sicurezza.

Ma ovviamente è molto importante per noi contribuire a entrambi: una società sicura e un buon senso di sicurezza.

Ma ovviamente è molto importante per noi contribuire a entrambi: una società sicura e una buona sensazione di sicurezza.

Pupp: Crimini autorizzati, una buona forza di polizia presente, una forza di polizia competente, una ragionevole densità di polizia, in modo che non appaia minacciosa, è certamente un bene per il sentimento. La polizia sta lavorando duramente su questo. Anche in termini di servizio al cittadino. Se vai in un’agenzia, dovresti essere trattato bene lì. Dovrebbero essere presi sul serio. Queste sono le strategie per sentirsi al sicuro. Ma ovviamente ogni giorno i media portano tutto ciò che accade nel mondo nel nostro salotto. Questa è sicuramente anche una cosa che influisce sul sentimento.

Quali sono al momento le sfide più grandi per la polizia tirolese? Tersch: l’area della criminalità su Internet. Questa è l’area della criminalità che sta aumentando in tutta l’Austria. Si tratta principalmente di reati fraudolenti; per esempio, gli autori dovevano guidare di casa in casa con giacche di finta pelle e cercavano di vendere queste cose. Ora l’autore è seduto da qualche parte nel mondo davanti a un computer, con un clic invia migliaia di e-mail con alcune assurde pretese monetarie. Se ne ottiene solo una frazione, ha un reddito molto più alto che se dovesse pulire le maniglie delle porte. Internet è un grande parco giochi per gli autori e stanno diventando sempre più innovativi in ​​questi giorni. In verità, è come un’impresa commerciale che pensa a come ottenere più soldi possibile senza impegnarsi troppo.

Cosa vuoi che faccia l’attuale governo in termini di polizia? Tersch: Da un lato, più supporto in modo da poter svolgere il nostro lavoro in linea con gli ultimi sviluppi tecnologici. Le disposizioni legali dovrebbero essere adattate qui in modo da poter individuare più facilmente gli autori. D’altra parte, deve essere promossa la cooperazione internazionale. Altrimenti sarà sempre più difficile per noi indagare su un autore che si trova da qualche parte all’estero. Il più delle volte non si tratta di singoli autori, ma di gruppi. Sono molto ben organizzati e lavorano oltre i confini nazionali. Il successo sarebbe quello di raggiungere i sostenitori e gli organizzatori di tali gruppi per poterli eliminare definitivamente.

Pupp: Abbiamo bisogno di strumenti per andare in fondo alle tracce digitali. Ciò significa che abbiamo bisogno di personale molto ben formato con elevate qualifiche nell’area IT a diversi livelli di lavoro. Abbiamo bisogno di altre apparecchiature che costano molto di più. Abbiamo bisogno di budget sufficiente, altrimenti perderemo la partita.

Signora Tersch, lei è la prima donna a ricoprire questo incarico. Quanto è difficile affermarsi come agente di polizia in questo lavoro?https://slim4vit.pro/ Ho avuto la fortuna di incontrare sempre colleghi e superiori che mi hanno sfidato e incoraggiato. Ci sono certamente colleghi che l’hanno vissuta diversamente. Ma per me non posso dirlo in altro modo. Soprattutto Walter Pupp; non ha mai fatto la differenza e ha sempre preteso da me la stessa cosa che faceva da tutti gli altri. Durante il tempo in cui abbiamo lavorato insieme, ho potuto discutere molto con lui e imparare dalle sue esperienze. Ma ovviamente non era naturale quando ho iniziato a lavorare per la polizia nel 1992, ma sono stato educato a fare qualsiasi cosa, indipendentemente dal sesso.

Come intende spendere la pensione, signor Pupp? Smetterai di fare il poliziotto? No, sei sempre un poliziotto. Il poliziotto è un lavoro che dura tutta la vita. Ma non indagherò ulteriormente in pensione. Ovviamente rimango in contatto con i miei colleghi, ma alla fine sono fuori. Ho un grande gruppo di famiglie e amici, una fattoria, tanti interessi e vivo in una zona dove posso fare sport, quindi sicuramente non mi annoierò.

una squadra forte

Katja Tersch è un funzionario statale senior presso LKA Tirol dal 2013 ed è stato in precedenza vice di Walter Pupp

Questo articolo è apparso originariamente nel numero di notizie n. 5/20

Leggi le notizie per 1 mese ora gratuitamente! * * Il test termina automaticamente. Altro su questo ▶Vinci veri auricolari wireless da JBL ora! (E-media.at) Nuovo accesso (yachtrevue.at) 8 motivi per cui è fantastico essere single (lustaufsleben.at) Hamburger di gamberi al salmone con maionese al wasabi e cetriolo al miele (gusto .at) Nella nuova tendenza: Shock-Down – per quanto tempo l’economia resisterà ai blocchi? (trend.at) Le 35 migliori serie per famiglie per ridere e sentirsi bene (tv-media.at) E-scooter a Vienna: tutti i fornitori e Prezzi 2020 a confronto (autorevue.at)

Commenti

Accedi Connettiti con Facebook Emma Braun giovedì, 13 febbraio 2020 19:12 segnala la risposta

Voglio trovare una ragazza per una notte Benvenuto — www.GetMeets.com

Pagina 1 di 1  

Il sesto round di negoziati KV nell’economia sociale si è concluso lunedì dopo otto ore senza risultati. I negoziatori non sono stati in grado di concordare una soluzione alla richiesta dei sindacati di una settimana di 35 ore per 125.000 operatori sanitari, sociali e assistenziali privati. Sia i datori di lavoro che i dipendenti hanno segnalato “approssimazione zero”.

I sindacati hanno annunciato ulteriori scioperi di avvertimento per il 26 e 27 febbraio, che saranno prolungati sia in termini di tempo che di regione rispetto alla settimana precedente. Il prossimo ciclo di negoziati è stato concordato per il 2 marzo.

Suggerimenti “” inaccettabile “”

Sia i datori di lavoro che i dipendenti hanno definito le proposte della controparte al tavolo dei negoziati lunedì “” inaccettabili “”. I rappresentanti sindacali hanno lamentato che i datori di lavoro non sono disposti a parlare di riduzione dell’orario di lavoro. D’altra parte, si sono lamentati del fatto che un’offerta per un aumento salariale superiore al 2,7% per il 2020 e il 2021 non è stata accettata.

“” Sono deluso “”

“” Siamo delusi perché abbiamo espresso la nostra richiesta forte e chiara “, ha detto Eva Scherz, negoziatore per il sindacato dei dipendenti privati ​​(GPA-djp), riassumendo la trattativa. Tuttavia, i datori di lavoro hanno fatto finta di “” come se avessero ascoltato la nostra richiesta per la prima volta “, ha detto. I negoziati sono stati quindi interrotti e gli scioperi di avvertimento devono ora essere ampliati. “Ci battiamo per un buon traguardo, ma non abbiamo nemmeno paura del confronto”, ha detto Scherz.

Sempre più aziende e persone stanno scioperando

Nuove società e ancora più persone si uniranno ai prossimi scioperi, ha annunciato Michaela Guglberger, capo negoziatore del sindacato Vida, dopo che i negoziati sono stati interrotti. “” Certamente non trascureremo alcun compito di cura “, ha detto, ma i parenti potrebbero anche venire a baciarti la mano durante le cure. “” Ma nessuno è trascurato “,” ha promesso. Il carnevale non dovrebbe essere rovinato né per i bambini né per le persone nelle case di cura, quindi gli scioperi si svolgono solo dopo.

L’umore tuttavia “” costruttivo “”

L’atmosfera era “” costruttiva “” nonostante il risultato inconcludente, ha riferito Guglberger. “Ma purtroppo non viene fuori quello che ci aspettiamo”, ha detto delusa. Spera che i datori di lavoro si consolidino entro la prossima data di negoziazione e considerino “” se possono pensare a qualcosa per ridurre l’orario di lavoro “”, ha detto il negoziatore. Lunedì non è stato così, ha criticato. “Ma vogliamo miglioramenti per l’industria, non pochi datori di lavoro” “, ha detto.

Economia sociale Austria: “” Naturalmente non siamo contenti “”

Walter Marschitz, negoziatore da parte dell’economia sociale austriaca (SWÖ), non era entusiasta dell’insistenza del sindacato sull’unica richiesta di una settimana di 35 ore. “” Naturalmente non siamo contenti di questo “, ha detto dopo la lunga trattativa. Ma ogni partner negoziale ha una linea che deve essere accettata, ha detto.

Il problema più grande nelle cure ospedaliere

Considera ancora l’area delle cure ospedaliere come il problema più grande, perché una riduzione dell’orario di lavoro aggraverebbe la carenza di personale, soprattutto lì. In termini di 35 ore settimanali, vede pochi progressi. “” Ci parliamo da quattro anni e siamo un po ‘sul posto “”, ha detto Marschitz.

C’è speranza

Tuttavia, la situazione non è disperata per lui. “” Posso pensare a molte cose, molte idee “, ha detto Marschitz, affrontando possibili proposte di compromesso per il prossimo ciclo di negoziati. “” Ma le idee hanno sempre bisogno di approvazione “”, ha detto ed era ottimista per il 2 marzo, poiché c’era ancora spazio per il movimento da entrambe le parti.

Leggi le notizie per 1 mese ora gratuitamente! * * Il test termina automaticamente. Altro su questo ▶Vinci veri auricolari wireless da JBL ora! (E-media.at) Nuovo accesso (yachtrevue.at) 8 motivi per cui è fantastico essere single (lustaufsleben.at) Hamburger di gamberi al salmone con maionese al wasabi e cetriolo al miele (gusto .at) Nella nuova tendenza: Shock-Down – per quanto tempo l’economia resisterà ai blocchi? (trend.at) Le 35 migliori serie per famiglie per ridere e sentirsi bene (tv-media.at) E-scooter a Vienna: tutti i fornitori e Prezzi 2020 a confronto (autorevue.at)

Il nuovo corona virus è già costato la vita a più di 1.000 persone in Cina. Altre 108 persone sono state vittime della malattia polmonare nelle ultime 24 ore, portando alla morte per malattia polmonare un totale di 1.016 persone in Cina. Lo ha annunciato martedì la commissione sanitaria di Pechino.

103 nuove vittime sono state segnalate dalla provincia di Hubei particolarmente colpita. Mentre il numero di decessi è aumentato più rapidamente che mai dallo scoppio della malattia, il numero di nuove infezioni è diminuito martedì rispetto al giorno precedente. 2.478 malattie aggiuntive sono state segnalate a livello nazionale, portando il numero totale di infezioni rilevate nella Cina continentale a 42.638.

Nel frattempo, lunedì il presidente Xi Jinping ha detto che la situazione è rimasta “” molto grave “”, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa cinese Xinhua. Nella lotta contro l’epidemia, tuttavia, la Cina “” vincerà sicuramente una piena vittoria.

Molte aziende sono ancora chiuse

Xi Jinping ha fatto le osservazioni in una delle sue prime apparizioni pubbliche dall’inizio della malattia. I media statali hanno mostrato il presidente che indossava un camice bianco e una maschera facciale mentre visitava un complesso residenziale e un ospedale a Pechino. Secondo Xinhua, il leader del partito ha chiesto di ridurre al minimo l’impatto dell’epidemia sull’economia. I licenziamenti di massa dovrebbero essere evitati. Gli effetti dell’epidemia di coronavirus sull’economia sono “” di breve durata “”.

Dopo che le vacanze del capodanno cinese sono state prolungate con la forza, molte città hanno iniziato a lavorare lentamente. A Pechino e Shanghai, le metropolitane e altri mezzi di trasporto pubblico sono rimasti insolitamente vuoti durante le ore di punta all’inizio della settimana, suggerendo che molte aziende erano ancora chiuse o chiedevano ai loro dipendenti di lavorare da casa.

Vertice di esperti dell’OMS

Anche molte aziende tedesche sono state colpite. La Volkswagen ha annunciato lunedì di aver posticipato l’inizio della produzione nei suoi stabilimenti in Cina a causa dell’epidemia in corso. Le sfide sorgerebbero dai ritardi nella ripresa delle catene di approvvigionamento a livello nazionale e anche dalle limitate opzioni di viaggio per i dipendenti. Secondo le aspettative, la produzione potrà essere ripresa in tutti gli stabilimenti entro e non oltre l’inizio della prossima settimana.

L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ospita martedì e mercoledì un vertice di esperti sul coronavirus. L’OMS spera che ciò consentirà uno scambio rapido e fondato di conoscenze precedenti sulla misteriosa malattia polmonare. Il direttore generale dell’OMS, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha affermato che la conferenza dovrebbe concentrarsi sulla scienza. Si è rifiutato di politicizzare l’evento. “Concentriamoci su questo nemico generale dell’umanità”, ha detto Tedros lunedì a Ginevra.

È richiesto un combattimento vigoroso

Nelle due giornate, i maggiori esperti mondiali vogliono occuparsi, tra l’altro, delle terapie, della possibile fonte del virus e della sua trasferibilità. Si dovrebbero anche discutere le possibili vaccinazioni.

Nelle sue conferenze stampa quotidiane sul virus, l’OMS ha recentemente sottolineato che circa l’80% dei casi era lieve. Tuttavia, ora è importante combattere vigorosamente il virus. “Dovremmo lavorare sodo come razza umana per combattere questo fuoco prima che sfugga di mano”, ha detto Tedros.

Al di fuori della Cina, finora sono state rilevate più di 300 infezioni.

97 test in Austria: tutti negativi

In Austria, martedì mattina erano stati effettuati 97 test dopo sospetti casi di infezione da coronavirus (2019-nCoV). Tutti erano negativi, non ci sono stati casi confermati di malattia nel Paese, ha riferito il Ministero della Salute (all’11 febbraio 2020, ore 10:00). Il numero di esami effettuati è aumentato esattamente di un esame da lunedì pomeriggio.

Se un’autorità sanitaria segnala un caso sospetto, viene immediatamente testato per la presenza di un’infezione da coronavirus. Nel corso di una giornata, il numero di casi sospetti può variare più volte a causa di nuovi casi sospetti e di nuovi risultati dei test in arrivo. “Per questo, e per scongiurare malintesi, sul sito verranno comunicati il ​​numero dei test fino ad oggi effettuati e il numero delle infezioni confermate in laboratorio entro il 2019-nCoV” “non appena il ministero avrà confermato i risultati, i nuovi da martedì Procedura spiegata di nuovo. Non ci saranno segnalazioni di singoli casi sospetti in futuro.

Leggi le notizie per 1 mese ora gratuitamente! * * Il test termina automaticamente. Altro su questo ▶Vinci veri auricolari wireless da JBL ora! (E-media.at) Nuovo accesso (yachtrevue.at) 8 motivi per cui è fantastico essere single (lustaufsleben.at) Hamburger di gamberi al salmone con maionese al wasabi e cetriolo al miele (gusto .at) Nella nuova tendenza: Shock-Down – per quanto tempo l’economia resisterà ai blocchi? (trend.at) Le 35 migliori serie per famiglie per ridere e sentirsi bene (tv-media.at) E-scooter a Vienna: tutti i fornitori e Prezzi 2020 a confronto (autorevue.at)

I viennesi stanno spendendo molto per San Valentino, che si celebra questo venerdì: in media, si spendono circa 50 euro per rendere felici i propri cari, secondo una trasmissione della Camera di Commercio di Vienna martedì. In particolare – non sorprende – sarebbero stati regalati fiori e dolci.

Questa prospettiva è anche una buona notizia per il commercio, perché San Valentino è ora uno dei giorni più trafficati dell’anno, secondo la trasmissione. “” Una persona su tre fa regali a San Valentino e spende in media circa 50 euro “, ha riferito Rainer Trefelik, presidente della divisione retail.

| 2020-11-14T23:58:01+00:00 6월 12th, 2020|Blog|Ma ovviamente è molto importante per noi contribuire a entrambi: una società sicura e un buon senso di sicurezza.에 댓글 닫힘